24/02/16

[COMPRALI ADESSO] 3 NUOVI DVD PER TE ANCHE SE SEI PIGRO COME UNA TARTARUGA DI TERRA

Ecco per te ben 3 dvd da comprare subito, anche se sei pigro come una tartaruga e non hai voglia di muoverti dalla sedia.

Clicca su "continua a leggere" per scoprire quali dvd ci sono oggi.

Ti avverto, sono dei bei film, quindi anche se mi dici "non ho soldi" oppure "no dai, mi scoccio premere il dito sul mouse" ed anche "devo per forza prendere la carta di credito?" le chiacchere stanno come i pinguini nel deserto, non esistono.

23/02/16

[GUIDE GRATUITE] ECCO CHE ARRIVANO NUOVE IDEE PER SCRIVERE ANCHE SE HAI IL BLOCCO DELLO SCRITTORE

Non è facile avere nuove idee.Il blocco dello scrittore è sempre in agguato
Questo che stai per leggere è un post che ho pubblicato nel mio precedente blog "ScrittoreSeriale".

Lo so, pensi che non scriva niente di nuovo.

Lo ripubblico perché mi piace condividere i post ben fatti.

Parliamoci chiaro, uno dei maggiori ostacoli per chi vuole scrivere è la mancanza di idee. E intendo il famosissimo blocco dello scrittore, ovvero la mancanza di quella scintilla che ti viene prima di metterti davanti ad un foglio, o monitor, per iniziare.

Questo problema l'avevo pure io anni fa...

16/02/16

[FAKE NEWS] IL PROBLEMA DELL'OBESITA' MANCATA IN ITALIA ALLARMA IL MONDO MA NON GLI ITALIANI

E' accertato che l'obesità in Italia è un allarme da non sottovalutare. Ci sono troppe persone poco grasse, mangiano meno di quanto potrebbero.

I dati certi riscontrati confermano la tendenza in Italia di produrre troppi pochi obesi, molto meno di quanto fa la più avanzata nazione del mondo, gli Stai Uniti d'America.

L'obesità in Italia
Il problema dell'obesità mancata in Italia è uno solo: si mangia troppo bene qui, sono molto attaccati alla cucina dell'amata nonna invece di mangiare nei generatori di grassitudine quali i fast food.
il mio vicino di casa, Ugobaldo Berto, è intervenuto davanti alle Nazioni Unite a tal proposito con un sentito appello: "Ma voi non sapete, non avete idea di quanto è bono il ragù che fa mia nonna la domenica. Senti le campane suonare dopo che hai finito"

15/02/16

[(SOPRA)VIVERE NEL CALL CENTER #2] PER (DIS)GRAZIA RICEVUTA

Può succedere anche a te...
«Non ci stanno buoni contatti oggi Pierubaldo» disse Castaldi, il mio vicino di cubicolo.
«Già, tutti che ti mandano a quel paese.»
«Ieri hanno evirato Berlini.»
«No! Davvero? Perché?» Ero molto stupito di questo, Berlini era un bravo venditore, non aveva mai ricevuto delle frustate, sempre lì a vendere ad ogni costo.
«Nell'ultimo mese era in zona rossa, gli mancava un contratto per salire ed evitare la punizione…» Al mio collega iniziarono a venire le lacrime agli occhi «ma purtroppo gli hanno abbattuto due contratti!»
«Oh no… Povero Berlini.»
Un attimo di pausa prima di dirmi una cosa che mi mi avrebbe molto scosso «anche io sono in zona rossa Pierubaldo.»
A sentire quelle parole iniziai a preoccuparmi «no dai, non mollare! Oggi devi fare almeno una vendita da tre!»
«Ci vorrebbe un miracolo» disse con tono rassegnato.
Con tristezza riprendemmo tutte e due a lavorare. Quel giorno però successe l'incredibile.
«Hei guarda!» Dissi con tono entusiasta indicando sul display il nome della prossima persona che Castaladi doveva chiamare «leggi chi devi chiamare!»

Nome: Immacolata
Cognome: Madonna

In meno di cinque minuti metà call center era davanti al suo monitor in ginocchio, pronti a chiedere una grazia. Anche il capomastinodonna era lì davanti con il rosario in mano a chiedere la fine del suo calvario dentro quel posto dimenticato da dio.
Sembrava che tutti parlassero in coro.
«Dai Castaldi, chiama!»
«Finalmente potrò avere un miracolo, un lavoro vero!»
«Io prego di poter raggiungere il bonus, altrimenti non potrò pagare l’affitto»
«Io vorrei l’i-phone nuovo, quello vecchio me lo sono stancato»
«Chissà se può darmi una raccomandazione per entrare nel grande fratello»
Aveva paura di premere il tasto di chiamata. Non ci credeva in quel momento, non poteva essere vero. Dopo aver inserito il vivavoce poggiò la mano tremante sul mouse e feci click.

Silenzio.

«Ditta telefonica Menzogne & Co. il numero da lei chiamato non esiste, si prega di abbandonare ogni speranza di trovarlo attivo.»

Il giorno dopo Castaldi fu evirato e non lo vedemmo mai più...

14/02/16

[RACCONTI BREVI] GIULIO CORTELLESI

Questa immagine mi inquieta...
Quello che stai per andare a leggere ora è il secondo racconto breve che scrissi anni fa in un mio precedente blog.

Leggerlo a distanza di anni mi fa ricordare quanta fatica mi era costato scrivere quelle 2000 parole più e come il tempo nel farlo era volato via. Non mi ero reso conto che avevo impiegato più di 5 ore per scriverlo di quanto ero preso nel farlo.

Mi auguro davvero tanto che ti piaccia questo nuovo mini ebook che adesso leggerai.

Buona lettura!



Oppure clicca su "Continua a leggere..."

13/02/16

[PRESENTAZIONI E COMUNICAZIONI] 3 INCREDIBILI MOTIVI PER LEGGERE IL BLOG 10 FEBBRAIO

Ogni nuova storia è un incredibile riscoperta del mondo

Quello che stai per leggere ora è il 2° mini ebook che pubblico.


Te lo dico chiaro e in tutta onesta, è una rivisitazione di un post del mio blog precedente, #ScrittoreSeriale. Dato che ci ho messo molto impegno e dedizione nello scriverlo, te lo ripropongo qui sotto una chiave diversa.


Ho cambiato poche cose, qualche piccolo dettaglio tutto sommato.


Le premesse del precedente blog sono ancora più valide in questo nuovo che ho creato da poco. La sola differenza è questa: ora mi sento più libero di scrivere quello che voglio, senza alcun vincolo dettata da “tematiche” o “nicchie”.


Preferisco di gran lunga essere libero di scrivere quello che voglio, sopratutto divertendomi, più tosto che seguire un filone unico, un unico genere dove posso esprimere solo quel determinato tipo di concetto.


Magari la vedrai in modo diverso da me. Seguire delle linee guida per me è molto restrittivo. Per altri di sicuro no, per me lo è

Buona lettura.


Scarica Adesso

Altrimenti clicca su "continua a leggere"

12/02/16

[FAKE NEWS] LO SCANDALO DELLE CIAMBELLE HA COLPITO L'ASSOCIAZIONE SPORTIVA "ROMA DI Lì"

Tifosa dell'Associazione Sportiva "Roma di Lì"


In seguito allo scandalo delle ciambelle bucate, l'Associazione Sportiva "Roma di Lì" ha dichiarato che i giocatori non le snifferanno più prima della partita.

Questo purtroppo non ha impedito il proliferarsi di casi di astinenza nei giocatori: l'attaccante "Esc le Tet" è svenuto a terra in seguito ad un attacco epilettico in una pasticceria.

Il presidente dell'Associazione Sportiva Roma di Lì ha dichiarato guerra aperta a questa piaga della società: "Non è ammissibile l'uso spropositato di queste ciambelle", ha dichiarato prima di essere beccato a inciabbelarsi in bagno.

Il mio vicino di casa ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito sugli eventi dell'Associazione Sportiva "Roma di Lì": "oh ma senti, ma il nome del pasticcere lo hanno trovato? E' roba buona quella".

11/02/16

[(SOPRA)VIVERE NEL CALL CENTER #1] - LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CHE ENTRATE

Hai finito gli studi oppure non puoi permetterti i soldi per continuare?

Hai perso il lavoro e non sai dove sbattere la testa?

Sei alla tua prima esperienza lavorativa ma cercano personale con vent'anni di esperienza anche come lavapiatti?

Non sei straniero quindi non possono sfruttarti a dovere?

Sei pazzo, schizzato, hai le allucinazioni?

Se hai risposto sì ad una sola di queste domande allora puoi intraprendere una luminosa e fortunata carriera nel ramo dei della vendita telefonica!

Questi si dividono in due grandi categorie, inbound ed outbound:


10/02/16

[RACCONTI BREVI] TELEFILM DI MEZZANOTTE

Copertina del mini ebook,
Un televisore senza segnale e sgranato
Quello che stai per leggere ora è il mio primissimo lavoro di scrittura. Risale a tanti anni fa, al 2008 per la precisione.


Sono passati molti anni da allora. Ho avuto un andamento instabile come una nave durante una tempesta lungo il percorso ed ho continuato ad andare avanti come un toro in carica. Male che andasse, pensavo, mi sarei incornato da qualche parte e fermato, giusto per fare una pausa rigenerante.


Ho aperto, chiuso e riaperto molti blog. Insoddisfatto dai risultati che ottenevo a livello personale volevo sempre di più perfezionarmi e sopratutto fare un ottimo lavoro. Renditi conto che contavo pure il numero di parole che utilizzavo e controllavo al millimetro ogni cosa.